LavarianMortean

In ginocchio

Il LM china la testa quasi in un gesto di sottomissione davanti al nuovo maschio alfa e consegna corona e scettro ai vincitori (con merito) di questo torneo: il Santamaria.

Santamaria - LavarianMortean 2-0

Santamaria
A.Saranovic
Santamaria
M.Michelini
Santamaria
E.Biasinutto
Santamaria
G.Zucchiatti
Santamaria
A.Pivetta
Santamaria
N.Argante
Santamaria
T.Nin
Santamaria
D.Mocchiutti
Santamaria
N.Baldo
Santamaria
N.Codromaz
Santamaria
F.Santarelli
LavarianMortean
I.Marcut
LavarianMortean
P.Reniero
LavarianMortean
G.Mirashi
LavarianMortean
M.Braidotti
LavarianMortean
A.Coradazzi
LavarianMortean
D.Pilon
LavarianMortean
M.Casanova
LavarianMortean
D.Marcuzzi
LavarianMortean
L.Zuliani
LavarianMortean
C.Atzori
LavarianMortean
M.Stanivuk

Arbitro

Gianluca Toselli

Sostituzioni

14' ausgewechselt Codromaz, Nicola (Attaccante)
eingewechselt Bidut, Simone (Centrocampista)
68' ausgewechselt Nin, Tommaso ()
eingewechselt Purinan, Pietro (Centrocampista)
78' ausgewechselt Baldo, Nicholas (Attaccante)
eingewechselt Benzar, Danut (Centrocampista)
72' ausgewechselt Mirashi, Gert (Attaccante)
eingewechselt Gori, Gianluca (Centrocampista)
87' ausgewechselt Pilon, Davide (Centrocampista)
eingewechselt Moro, Nicholas (Centrocampista)

Note

Marcatori: Francesco Santarelli al 17°, Nicholas Baldo al 44°

Autogoal: -

Ammoniti: Nicola Argante (Gioco falloso)

Espulsi: -

Espulsi per doppia ammonizione: -

Capitani: Massimiliano Braidotti, Diego Mocchiutti

Vicecapitani: Mirko Stanivuk, Alessandro Pivetta


Cronaca

Al LM serviva disperatamente la vittoria, per poter credere ancora al miracolo nonostante i nove punti di distacco dal Santamaria. In realtà non ci ha nemmeno provato, mettendo in mostra una prestazione tra le più abuliche di questa stagione.

L’avvio di partita è lento e noioso. Di fatto, l’unico episodio da annotare è l’infortunio a Codromaz, che lo costringe ad abbandonare la partita dopo soli 14 minuti. Quasi a rincuorare lo sfortunato compagno, il Santamaria si accende subito dopo: su un traversone dalla fascia destra Santarelli si fa trovare libero a centro area e punisce Stanivuk con un preciso diagonale.

Assolutamente inesistente la reazione del LM, che al contrario sembra spegnersi ancora di più e subisce un bombardamento da fuori area; nel complesso, però, le varie conclusioni di Mocchiutti, Nin e Santarelli non impensieriscono mai più di tanto Stanivuk. Del tutto diversa la sorte del tiro di Argante al 39′, quando la palla si stampa contro il palo alla destra di Stanivuk. Nel complesso, è il Santamaria a fare la partita e a volerla vincere, anche se in realtà potrebbe far festa anche con un solo punto.

A tempo quasi scaduto arriva una conclusione anche da parte del LM, quando Reniero ci prova dalla distanza senza creare troppi grattacapi per Saranovic: più un allegerimento che una conclusione e siamo addirittura al 42′, inconcepibile per una squadra che si trova in seconda posizione. Passano due minuti e il Santamaria chiude la partita: Baldo si muove quasi indisturbato in prossimità del limite dell’area del LM, poi calcia e non lascia scampo a Stanivuk. Per il LM è notte fonda.

Nella ripresa l’unica vera occasione è per il LM: al 55′ Mirashi sguscia via al limite dell’area e punta verso Saranovic, calciandogli però addosso. Si va stancamente e a basso ritmo verso il finale senza ulteriori sussulti; l’unica emozione arriva all’83’, quando sugli sviluppi di un corner  una deviazione quasi casuale di Gori pareggia perlomeno il conto dei pali.

Il Santamaria vince dunque il derby senza nemmeno dover sudare più di tanto, tanto da aver dato l’impressione di giocare con il freno a mano tirato. Se il Santamaria ha corso piano (con criterio, potendosi ampiamente accontentare anche del pari), il LM ha di fatto camminato per tutti i 90 minuti, giocando a ritmi incompatibili con la Prima Categoria e non dando mai l’impressione di mettere sul piatto tutto quanto serve per vincere. E’ un vero peccato, perchè al di la del risultato ci sarebbe piaciuto perlomeno assistere ad una partita viva e degna del nome di “derby”.

In buona sostanza, il LM ha lasciato agli spettatori non solo la convinzione di non essere all’altezza del Santamaria, ma anche la netta impressione che la sua attuale posizione di classifica, a 43 punti, non sia per nulla meritata. Nelle ultime 5 partite sono arrivati solo 4 punti, 3 dei quali raccolti contro una spenta Azzurra. A tutti gli effetti, questo LM sembra essere proprio alla frutta, fatto che non si può certo spiegare con le sole assenze (anche perchè dalla cintola in su il LM era sostanzialmente al completo e, sempre nelle ultime 5 partite, ha messo a segno solo 5 goal, subendone ben 7). Nemmeno in tutte le 21 partite precedenti il LM aveva subito così tante sconfitte. Il campionato ormai è perso, ma di questo passo, senza idee e senza volontà, anche i playoff rischiano molto seriamente di rimanere una chimera.

Per gli spettatori che hanno seguito la partita con GoalShouter, il migliore in campo è stato Mirko Stanivuk.

La galleria fotografica

Per una migliore visualizzazione delle immagini, soprattutto su smartphone, consigliamo di passare alla visualizzazione a schermo intero utilizzando il pulsante . La galleria può essere consultata anche sul nostro sito fotografico foto.abfotocalcio.com.

Il Gamecast

Il Match Report

 

© Riproduzione Riservata - Ultimo aggiornamento: 18 marzo 2017

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *